Trend & Interviste

Il rilancio del turismo tra bandi e progetti innovativi

Tra i settori italiani più colpiti dall’emergenza sanitaria in corso ormai da oltre un anno figura senza dubbio il turismo, un comparto cruciale per l’economia…

23 mar 2021
4 minuti di lettura

Tra i settori italiani più colpiti dall’emergenza sanitaria in corso ormai da oltre un anno figura senza dubbio il turismo, un comparto cruciale per l’economia italiana, caratterizzata dall’alta attrattività delle città d’arte, dei borghi e delle attività legate alle vacanze, tanto in estate quanto in inverno. Proprio per questa ragione, non si può immaginare una ripresa senza prescindere dal rilancio del settore, anche nelle difficoltà persistenti di questi mesi, progettando idee e obiettivi da perseguire gradualmente. In questo senso, regioni, camere di commercio e altre istituzioni stanno ragionando su varie formule di sostegno al comparto per sostenerne il rilancio: i progetti in questione vanno dal Lazio alla Campania, e ancora in Trentino e Sicilia.

In particolare, la Regione Lazio ha pubblicato un Avviso pubblico relativo al “Programma regionale straordinario per il rilancio e la promozione delle destinazioni turistiche”. L’Avviso, per il quale sono stati impegnati 4,5 milioni di euro, prevede la concessione di contributi per la valorizzazione degli ambiti territoriali della regione indicati dal Piano Turistico Triennale (Tuscia e Maremma laziale; Litorale del Lazio; Valle del Tevere; Sabina e Monti reatini; Valle dell’Aniene e Monti Simbruini; Castelli Romani; Monti Lepini e Piana Pontina; Ciociaria; Roma Città Metropolitana) per potenziare le eccellenze nei vari segmenti turistici del territorio: culturale, artistico, storico, naturalistico, religioso, enogastronomico e sportivo. Il bando è rivolto a Associazioni e/o Fondazioni, costituite o da costituire, operanti nel campo del turismo o in partenariato con soggetti pubblici. Ciascun proponente potrà presentare una sola proposta progettuale, che dovrà essere tematica, ossia riferita ad uno o più cluster, o territoriale, cioè riferita ad uno o più ambiti territoriali specifici, per un massimo di due ambiti territoriali accomunati da uno o più cluster tematici.

Restando al centro Italia, si chiama “Molise in tasca” il libro-voucher che raggruppa i pacchetti turistici preparati da operatori locali, divisi per esperienze: l’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo (Aast) punta così a rendere più semplice e fruibile l'offerta turistica. Alla base del progetto c’è il coinvolgimento delle agenzie di viaggio chiamate a stipulare una convenzione con l’Aast, per creare un collettore di offerte turistiche mono-prezzo, fruibili durante tutto l'anno o in particolari stagionalità, a pacchetto chiuso esclusi i costi di spostamento. Ancora, ispirandosi al modello delle “smart box”, il progetto intende vuole organizzare l’offerta turistica puntando su aree esperienziali. Il libro-voucher sarà suddiviso in più sezioni sulla base delle esperienze che il turista desidera vivere durante il soggiorno: cammini e archeologia, meditazione e relax, sport e paesaggi, eventi e antropologia. Ogni agenzia di viaggio che parteciperà al progetto è chiamata a definire i termini dell'offerta (3 per ogni categoria), garantirne l'applicabilità e gestirne l’organizzazione e a supportare con contenuti fotografici e informativi la redazione delle diverse sezioni esperienziali. Il prodotto editoriale sarà distribuito in edicole e librerie. Il viaggiatore con l’acquisto del libro-voucher prenota la possibilità di aderire a ciascuna delle offerte all'interno.

In Trentino, invece, il rilancio del turismo passa dal nuovo «Piano Influencer Marketing 2021». L’idea è di coinvolgere gli influencer per farli diventare una sorta di ambasciatori del territorio, raccontando la vita quotidiana, la storia il senso di comunità delle vallate, oltre che la gestione sostenibile del territorio. Il progetto è di Trentino Marketing e introduce a fianco dei normali canali promozionali la novità degli influencer marketing. Lo scopo del progetto è quello di dare maggiore visibilità online al marchio aumentandone la notorietà ed ispirare una clientela giovane e di città. Uno degli effetti della pandemia, del resto, è quello di aver sbilanciato il mercato rendendo centrali le strategie di marketing sull’online, spostando le scelte più come una reazione all’immagine e ai contenuti. Nel piano sono previsti quattro brand ambassador e ci saranno altrettante elite influencer: uno per stagione proveniente dai principali mercati target.

Ma il rilancio del turismo è un tema che attraversa trasversalmente l’Italia, seguendo logiche differenti. In Sicilia, ad esempio, è allo studio un piano alternativo per permettere ai viaggiatori di tornare sulle spiagge, in vista dell’estate, in piena sicurezza. Il sindaco di Favignana ha proposto di vaccinare subito tutta la popolazione delle isole Egadi per creare delle zone sicure dove poter riavviare le attività. La priorità, in ogni caso, riguarda l’intero paese e riguarda l’introduzione di un passaporto vaccinale e la necessità di immunizzare gli operatori del turismo. Sul piano delle risorse, infine, anch’esso cruciale, saranno fondamentali le risorse in arrivo con il Recovery Plan, per mettere a punto una strategia di investimenti e rinnovamento del mercato.

Leggi anche
13 apr 2021
Il welfare aziendale tra progetti e opportunità
$content.image.resourceAlt
5 ago 2021
Innovaturismo, disponibili risorse economiche a favore delle imprese lombarde del settore turistico
Apri
News