Consigli per un video virale: la forza della qualità

Un video virale è un contenuto multimediale sviluppato con l’intento di ottenere pubblicazioni e segnalazioni del video stesso da parte degli altri utenti. Un …

13 ott 2011
2 minuti di lettura
Un video virale è un contenuto multimediale sviluppato con l’intento di ottenere pubblicazioni e segnalazioni del video stesso da parte degli altri utenti. Un contenuto di questo tipo ha come caratteristica una propagazione e diffusione esponenziale, sostanzialmente a costo zero visto che sono gli utenti stessi a farlo spontaneamente. Sul tema la premessa da fare è molto chiara: è quasi impossibile prevedere se un video sarà o meno virale, è possibile però massimizzare le possibilità di condivisione. A questo proposito, vogliamo darvi alcuni consigli:
  • Puntare su ironia o emozione: una persona avrà voglia di condividere un video che ha visto, citandone la fonte, nel momento in cui gli comunica una forte emozione. L’ironia è un’altra leva molto potente in quest’ambito, ma attenzione a non ricalcare il “già visto”, si rischierà l’effetto contrario
  • Spazio alla qualità: gran parte dei video virali visti fino ad oggi hanno un contenuto amatoriale, molto noti sono quelli in stile “papera” con errori sportivi o situazioni imbarazzanti: se si intende utilizzare i video come motore per la spinta di un prodotto o di un’ azienda sarà però necessario puntare sulla qualità, e tenere il marchio poco in vista, ricordandolo magari solo in un passaggio alla fine del video stesso
  • Piattaforme e promozione: condividere il contenuto su piattaforme “universali” (Lo sapevate che YouTube è il secondo motore di ricerca al mondo?) ed incentivarne la condivisione, ad esempio con un concorso, può portare a rendere il video conosciuto e cliccato. I social network ,ovviamente, giocheranno un ruolo determinante nella diffusione.
Come abbiamo capito, e come era facile prevedere, la realizzazione di un video virale non è automatica, si tratta di veri e propri “colpi di genio” (e anche di fortuna), influenzati da fattori come la notorietà del marchio e la tipologia di contenuto. Oggi le persone che navigano in rete hanno poco tempo, saranno quindi più incentivate a condividere video brevi e di grande impatto. Perché puntare su un video virale? Per affrontare tematiche aziendali in un modo nuovo e per esplicitare i concetti più importanti con creatività e stile. Il nostro consiglio è quello di progettare dei video con l’obiettivo di informare, divertire e stimolare gli utenti ma senza considerare un fallimento l’eventuale basso tasso di condivisione, se poi il virus si scatenerà… l’obiettivo sarà raggiunto! Per chiudere, vi proponiamo il video di questa azienda americana per realizza video virali per clienti internazionali:
Leggi anche
$content.image.resourceAlt
28 gen 2022
Operatori della ristorazione, un corso a Biella
Apri
News
13 set 2017
Alcuni consigli per gli over40 che cercano lavoro
$content.image.resourceAlt
8 ott 2021
Roma Young Talents, la call per designer e professionisti della moda
Apri
News