Il tuo CV è alla moda? Aggiornalo con le ultime tendenze!

Dovete aggiornare il vostro curriculum dopo un po' che non lo facevate? Sappiate allora che alcune cose sono cambiate e forse è il caso che ripassiate veloceme…

12 dic 2011
3 minuti di lettura
Dovete aggiornare il vostro curriculum dopo un po' che non lo facevate? Sappiate allora che alcune cose sono cambiate e forse è il caso che ripassiate velocemente quali sono le nuove tendenze in fatto di CV e personal branding che abbiamo trovato su Careerealism: 1. Un tocco di colore Potrebbe sembrare un'eccezione quella del colore, da usare magari solo per alcuni profili creativi o per alcune aziende. Ma non è così, l'uso del colore nel curriculum, se ben dosato, è stato sdoganato per metterne in evidenza alcuni elementi. Un tocco di colore inoltre può aiutare anche rendere il curriculum più leggibile, soprattutto dallo schermo. Per cominciare, provate a introdurre qualche elemento di colore come un bordo o un titolo. Se vi sembra troppo per voi, guardate che cosa potete ottenere con l'uso del grassetto. 2. Questione di branding Uno dei trucchi da usare per i curriculum professionali è quello di mettere uno dei vostri punti di forza bene in vista, in alto e in evidenza come una sorta di slogan che vi contraddistingua, di modo che il selezionatore lo possa subito vedere. Per esempio, in un profilo nel settore vendite, potrebbe essere messa in evidenza la quota di vendita o la tipologia e la consistenza del proprio pacchetto vendite. Se avete individuato 2 o più punti di forza, allora provate a trovare una formula grafica per inserirli tutti, dando loro un titolo da inserire, e contraddistinto da un colore diverso, in ogni esperienza professionale o mettendoli tutti all'interno di un paragrafo specifico del curriculum. 3. Organizzazione e realizzazione In particolar modo per i profili qualificati e con diversi anni di esperienza il rischio prolissità o di disorganizzazione delle informazioni del curriculum è davvero alto. Ci sono le aziende da citare, le attività svolte e le competenze acquisite, gli obiettivi raggiunti e le nuove aspirazioni, davvero una mole importante di dati. In questi casi, oltre a scegliere eventualmente di non inserire alcune esperienze (le più lontane nel tempo per esempio o quelle che non sono parte del percorso che poi avete intrapreso o di quello su cui volete puntare) si può anche scegliere di essere più discorsivi e di concentrare tutte le informazioni in un unica descrizione. Come fare? Anzitutto, ripassate i diversi tipi di formato e le 10 frasi da non dire mai in un curriculum e quando iniziate a scrivere tenete a mente quale sia la cosa migliore da fare per semplificare il lavoro al selezionatore, rendendovi chiari, leggibili e mettendo in evidenza le cose salienti della vostra carriera.
Leggi anche
10 feb 2022
Recruiting e digitale, il connubio trasformato dalla pandemia globale
10 nov 2021
Competenze digitali: al via i corsi gratuiti di ING che ti aiutano a esprimere il tuo potenziale
10 set 2019
Milano Capitale della moda ma sono 11.000 le opportunità di lavoro in Italia