La missione del manager della felicità è comprendere i desideri dei dipendenti

Per il successo di un'azienda non contano soltanto i risultati raggiunti e la fidelizzazione dei propri clienti ma è importante anche la felicità, la soddisfaz…

31 gen 2018
2 minuti di lettura

Per il successo di un'azienda non contano soltanto i risultati raggiunti e la fidelizzazione dei propri clienti ma è importante anche la felicità, la soddisfazione e il coinvolgimento dei dipendenti. Negli ultimi anni le imprese stanno investendo sempre più tempo a capire i desideri delle proprie risorse provando ad esaudire le richieste.

Questo cambio di rotta ha portato anche alla nascita di nuove professioni che si occupano del benessere delle persone anche a livello lavorativo, sia per i percorsi di formazione che di crescita professionale. Lo Chief Happiness Officer (Cho) è il vero responsabile della felicità dell'azienda, ha il compito dell'Hr e si occupa del monitoraggio e dell'incremento di soddisfazione dei dipendenti. Lo stipendio va dai 35.000 ai 50.000 euro l'anno.

Il Leadership & Learning Manager si occupa di ideare e realizzare il piano di formazione e i corsi necessari per tutti i dipendenti. Gestisce anche i percorsi di carriera all'interno dell'azienda. Le retribuzioni annue variano in base agli anni di esperienza: da 25 a 35.000 euro per chi ha meno di 5 anni di lavoro e tra i 38-40.000 e i 50-58.000 euro per chi ha tra i 5 e i 10 anni.

Leggi anche
30 ago 2011
Galateo del business: l’educazione dei manager ai tempi della globalizzazione [parte I]
$content.image.resourceAlt
12 ago 2021
Tirocini alla Commissione Europea
Apri
News
$content.image.resourceAlt
5 ago 2021
Lazio: finanziamenti per la valorizzazione dei luoghi della cultura
Apri
News