Focus On Lavoro congiunto in agricoltura

La disciplina delle assunzioni congiunte in agricoltura finalizzate a stimolare processi aggregativi e a garantire maggiore stabilità al rapporto di lavoro

Lavoro congiunto in agricoltura

Il Decreto Legislativo 10 settembre 2003, n. 276, come modificato dal Decreto Legge 28 giugno 2013, n. 76, convertito con modificazioni in Legge 9 agosto 2013, n. 99, prevede la possibilità di procedere ad assunzioni congiunte nel settore dell’agricoltura al fine di stimolare i processi aggregativi e garantire una maggiore stabilità del rapporto di lavoro.

In particolare, si prevede che le imprese agricole, comprese quelle costituite in forma cooperativa, appartenenti allo stesso gruppo oppure riconducibili allo stesso proprietario o a soggetti legati tra loro da un vincolo di parentela o di affinità entro il terzo grado, possono procedere congiuntamente all'assunzione di lavoratori dipendenti per lo svolgimento di prestazioni lavorative presso le relative aziende (art. 31, comma 3 bis).

L'assunzione congiunta può essere eseguita anche da imprese legate da un contratto di rete, quando almeno il 40% di esse sono imprese agricole (art. 31, comma 3 ter).

Inoltre, i datori di lavoro rispondono in solido delle obbligazioni contrattuali, previdenziali e di legge che scaturiscono dal rapporto di lavoro instaurato (art. 31, comma 3 quinquies).

Con il Decreto Ministeriale del 27 marzo 2014, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha definito le modalità di comunicazione telematica di tale tipologia di assunzione, individuando i soggetti obbligati ad eseguirle. In particolare, le comunicazioni telematiche concernenti i lavoratori assunti congiuntamente da gruppi di imprese devono essere eseguite dall'impresa capogruppo. Mentre nei casi di imprese riconducibili a soggetti legati tra loro da un vincolo di parentela (o di affinità entro il terzo grado) e di imprese collegate tra loro da un contratto di rete, le comunicazioni devono essere trasmesse per il tramite di un soggetto individuato - da uno specifico accordo oppure dal contratto di rete stesso - quale incaricato. Peraltro, tali accordi devono essere depositati presso le associazioni di categoria, con modalità che ne garantiscano la data certa di sottoscrizione.

Per accedere all'applicativo informatico per la comunicazione telematica vai su Servizi Lavoro.

Leggi anche
$content.image.resourceAlt
13 apr 2022
Premio Everap "Una professione con un futuro"