Guide Come trovare lavoro usando i social network

Hai mai pensato di ricorrere ai social network per la ricerca del lavoro? Qui una sintetica guida per usare i principali social media a scopo professionale.

Come trovare lavoro usando i social network

Hai mai pensato di ricorrere ai social network per la ricerca del lavoro?

Il web fornisce centinaia di piattaforme di approccio al lavoro, ma sai come usarle per rafforzare il tuo profilo professionale e mantenere la tua reputazione nel lungo periodo? Se la risposta è no, continua a leggere: si tratta di una competenza fondamentale che oggi è necessario avere.

Facebook, Instagram, Twitter e LinkedIn: molti di noi stanno già utilizzando i social media per entrare in contatto con i recruiters, ma utilizzarli a scopo professionale richiede un po’ di pratica.

Su Facebook si trovano anche notizie e offerte di lavoro. Attenzione a non condividere tutto con tutti! Scegli con cura le impostazioni della privacy e sfrutta le tante funzionalità che la piattaforma offre per trovare impiego.

Anche se hai già un profilo Instagram, valuta di crearne uno dedicato unicamente alla tua ricerca di lavoro e metti subito in luce le tue competenze impostandolo su “pubblico”. Utilizza una foto profilo professionale e nella bio aggiungi il link al tuo sito web o alla tua pagina Linkedin.

Concentrati dunque sul pubblicare solo contenuti legati al tuo lavoro e alla tua professione, sfruttando anche le Stories e i Reel.

Twitter consente di aggiornarsi ed entrare in contatto direttamente con aziende e selezionatori, eliminando gli intermediari. Due trucchi per gestirlo al meglio: gli hashtag, ovvero le parole chiave e le liste, indispensabili per raggruppare i contatti in gruppi.

LinkedIn è il più grande network professionale al mondo e il posto giusto per seguire altre aziende, business leader, recruiters e guardarti intorno per nuove opportunità. Alcuni consigli: meglio avere pochi contatti ma reali, meglio avere pochi giudizi ma sinceri. Importante è aggiornare la bacheca, redigere il profilo personale anche in inglese e includere una foto rappresentativa di sé, purché sia sobria.
Altra accortezza: ricorda di aggiornare i dati per non veicolare un’idea di trascuratezza.

Leggi anche
$content.image.resourceAlt
13 apr 2022
Premio Everap "Una professione con un futuro"