Tematiche Supporto per la formazione e il lavoro

Le misure per l’inclusione sociale e lavorativa e per l’accesso al mercato del lavoro introdotte dal cosiddetto Decreto Lavoro 2023

Supporto per la formazione e il lavoro

Il cosiddetto Decreto Lavoro 2023 (D.L. 4 maggio 2023, n. 48, convertito con modificazioni in legge 3 luglio 2023, n. 85) ha istituito, tra gli altri, il Supporto per la formazione e il lavoro.

Si tratta di una misura volta a favorire l'attivazione nel mondo del lavoro delle persone a rischio di esclusione sociale e lavorativa, dal primo settembre 2023, mediante la partecipazione a progetti di formazione, di qualificazione e riqualificazione professionale, di orientamento, di accompagnamento al lavoro e di politiche attive del lavoro comunque denominate (art. 12 del D.L. Lavoro 2023).

Nelle misure del Supporto rientrano anche il servizio civile universale ed i progetti utili alla collettività in ambito culturale, sociale, artistico, ambientale, formativo e di tutela dei beni comuni, da svolgere presso il comune di residenza, compatibilmente con le altre attività del beneficiario. Lo svolgimento di tali attività è a titolo gratuito, non è assimilabile a una prestazione di lavoro subordinato o parasubordinato e non comporta comunque l'instaurazione di un rapporto di pubblico impiego con le amministrazioni pubbliche (art. 6, comma 5 bis del Decreto Lavoro).

Il Supporto per la formazione e il lavoro è utilizzabile dai singoli componenti dei nuclei familiari, di età compresa tra 18 e 59 anni, con un valore dell'ISEE familiare non superiore a euro 6.000 annui, che non hanno i requisiti per accedere all'Assegno di inclusione.

Il Supporto per la formazione e il lavoro può essere utilizzato anche dai singoli componenti dei nuclei che percepiscono l'Assegno di Inclusione che decidono di partecipare ai percorsi di politiche attive per il lavoro, pur non essendo sottoposti agli obblighi di cui al Percorso personalizzato di inclusione sociale e lavorativa, purché non siano calcolati nella scala di equivalenza di cui all'art. 2, comma 4 del Decreto Lavoro.

Per maggiori dettagli su questa misura, visita la sezione dedicata sul portale istituzionale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Leggi anche
25 lug 2024
Smart City, il bando Ue per lo sviluppo sostenibile
$content.image.resourceAlt
25 lug 2024
"Tempo di Welfare – Piani di Conciliazione": gli incentivi per le MPMI della Marsica
Apri
News
$content.image.resourceAlt
24 lug 2024
Esselunga: posizioni aperte per allievi responsabili di reparto in tutta Italia
Apri
News